La Bella Impresa al Liceo Classico Beccaria di Milano

Quest’anno scolastico, per la prima volta, tre classi quarte e due quinte del Liceo Classico Beccaria di Milano hanno aderito alle proposte di educazione cooperativa de La Bella Impresa attraverso la piattaforma SapereCoop Lombardia.

Le classi 4C-4G e 4I si sono messe in gioco nel percorso, LA COOPERAZIONE: UN DIVERSO MODO DI FARE IMPRESA, mentre le classi 5C-5G con il più classico BELLACOOPIA – PENSA COOPERATIVO.

Ogni gruppo ha cominciato a ragionare sulla parola COOPERAZIONE e a riflettere sulle differenze tra le diverse forme di aziende.

Hanno proseguito la riflessione e, anche attraverso la teoria dei giochi, hanno approfondito i vantaggi della collaborazione rispetto alla competizione. Così, si sono potuti confrontare con la storia delle prime imprese in forma cooperativa e, dopo una attenta ricerca di esempi, con alcune cooperative presenti oggi nel loro territorio. Hanno avuto anche la fortuna di incontrare alcuni testimoni di esperienze dirette di cooperatori che sono stati invitati a partecipare durante gli incontri online.

I più grandi con BELLACOOPIA hanno rivolto lo sguardo alla costituzione e alla legge sui beni confiscati alla criminalità organizzata per cominciare a progettare la loro cooperativa.

Come sempre è stata una bella occasione per valorizzare le competenze interne, certificate o meno,  presenti nei gruppi classe e sondare e fomentare i desideri formativi di ognuno.

Le decisioni sono state presentate all’intera classe. discusse e votate in maniera democratica, come ad esempio la scelta del nome e del logo delle cooperative. 

Per rendere l’esperienza ancora più competa i ragazzi si sono sperimentati, come in una vera azienda, nella redazione di una mappa dettagliata dei servizi offerti e nella compilazione della documentazione necessaria all’approvazione del bilancio annuale di una cooperativa!

I risultati di quest’avventura sono tre cooperative di classe fondate dai ragazzi durante l’esperienza di simulazione d’impresa.

Si sono spinti persino alla realizzazione del siti delle loro imprese! Eccoli qui:

In 5C-5G è nato GALEORTO: cooperativa che, operando su un terreno confiscato alla mafia,  attraverso la coltura di frutta e verdura permette la vendita di prodotti a chilometro zero. Inoltre, nell’area riservata alla produzione si sono preoccupati di creare un rifugio per animali.

“Buondì!
Facciamo parte di una giovane Cooperativa denominata Galeorto, che che si occupa del reinserimento lavorativo e del recupero sociale di carcerati, fornendo loro impieghi nell’ambito ortofrutticolo. 
Galeorto offre un doppio recupero, giacché i nostri collaboratori detenuti vengono reintrodotti al mondo lavorativo coltivando frutta e verdura su un terreno confiscato alla mafia. 
Al cliente, oltre ad una variegata selezione di prodotti ortofrutticoli e floreali a km0, offriamo un servizio di recapito domiciliare, incentivando lo shopping online.
Per famiglie, scolaresche e altri gruppi interessati, proponiamo visite giornaliere nel nostro stabilimento milanese di via Martirano, angolo via Guascona.
Per ulteriori informazioni e contatti, visitate il nostro sito in allegato alla pagina Instagram @galeorto sul quale troverete l’elenco dei prodotti in vendita.”

Tagged .